Sardegna, l’isola dei Nuraghi

Radici millenarie avvolte nel mistero: il paesaggio sardo ha custodito l’arcano dei Nuraghi, conservati ancora oggi e in simbiosi da sempre con la natura selvaggia del territorio. Utilizzo e scopo di queste costruzioni monumentali restano ignoti, mentre sono intatte potenza suggestiva e valore come testimonianza di una tradizione singolare. Hanno superato la prova del tempo, al pari dei vitigni autoctoni sardi.

Nuragico è il tributo di Alma alla dimensione culturale della Sardegna, al senso spiccato di protezione per ciò che è espressione autentica di un terroir dalla sfumature sorprendenti. Qui, con successo, sono prosperati Grenache (più noto come Cannonau) e Vermentino. La linea dipinge tutte le complesse sfumature del territorio, in cui le note salmastre sono il contrappunto caratteristico dell’esperienza degustativa.