Ambasciatore del gusto

Diffondere, nel mondo, la cultura millenaria di una delle regioni italiane di produzione più prestigiose. Questa è la missione di Ambasciata del Buon Vino che, esaltando tre vitigni autoctoni a bacca rossa della Valpolicella – letteralmente “valle dalle molte cantine” – ne celebra anche una tradizione produttiva che ha le proprie radici in epoca romana.

In tutta l’area è diffusa la Corvina, a buccia spessa, base di partenza di molti vini prodotti nella zona, che conferisce struttura, colore e tannini decisi. Rondinella e Molinara vengono utilizzate a complemento dei blend emblema del territorio stesso, Valpolicella, Ripasso e Amarone, gli stessi scelti da questa linea per trasmettere il proprio messaggio che miscela qualità e tradizione.

Questi vitigni sono ideali per la tecnica dell’appassimento con la quale i grappoli, grazie a un’esposizione più o meno prolungata all’aria su apposite rastrelliere, vengono disidratati concentrando così numerosi composti. Il risultato? Corpo pieno, grande carattere e palato setoso, in particolare per Amarone e Ripasso.

L’incontro di Alessandro Berselli, fondatore di Alma, con Gianluigi Righetti, rinomato produttore della Valpolicella, è degli Anni Novanta. Il loro sogno di produrre insieme vini ambasciatori di gusto ha preso forma allora, traducendosi oggi in questo brand.